Conferenza CAIS (Canadian Association for Italian Studies) Palazzo dei Congressi 13-16 giugno 2019 di Orvieto

Dal 13 al 16 giugno 2019 la città di Orvieto ha accolto il convegno annuale degli italianisti canadesi. Esperti e studiosi di italianistica provenienti tutto il mondo si sono incontrati per quattro giorni, sotto l’egida della CAIS (Canadian Association for Italian Studies) al Palazzo dei Congressi di Orvieto.

Durante il congresso, organizzato da Cristina Perissinotto, che dirige la cattedra di italianistica all’Università di Ottawa, in Canada, i congressisti si sono confrontati su temi di cultura, letteratura, cinema, viaggio, pedagogia, utopia, religione, e su molti altri.              Ad alcune delle sessioni hanno partecipato il Prof. Ruggeri Ranieri, la Dott.ssa Claudia Pazzini, la Dott.ssa Antonella Valoroso, il Dott. Diego Brillini e il Dott. Michael Chiariello.

 

logo CAIS
                                                                   Canadian Association for Italian Studies Conference
foto convegno
Conference 2019 Palazzo dei Congressi & Centro Studi Orvieto (TR) Italy 13-16 June 2019

 

A seguire alcune delle sessioni estrapolate dal programma ufficiale del convegno:

Session 74: Sala dei 400 – Sunday, 10:10 – 11:40 am

La filantropia femminile tra ‘800 e ‘900

Organizer: Cristina Caracchini (Western University)

Chair: Sandra Parmegiani (University of Guelph)

Loredana Palma (Università “L’Orientale” di

Napoli): “«Fatta l’Italia, bisogna fare le Italiane».

L’impegno di Aurelia, Grazia e Fanny nella

costruzione del nuovo ruolo sociale delle donne

nell’Italia postunitaria”

Claudia Pazzini (Palazzo Sorbello, Perugia):

“Romeyne Robert Ranieri di Sorbello e la scuola

rurale per l’infanzia al Pischiello : un esempio di

educazione scolastica all’avanguardia all’inizio del

Novecento”

Cristina Caracchini (Western University):

“Cultura Internazionale e filantropia rurale. Il caso

di casa Hallgarten Franchetti”

dav

Session 76: Sala etrusca 1 – Sunday, 1:40 – 3:10 pm

Viaggiatori umbri e viaggiatori in Umbria

Organizers: Ruggero Ranieri (Fondazione Ranieri di

Sorbello) and Antonella Valoroso (The Umbra Institute)

Chair: Ruggero Ranieri (Fondazione Ranieri di Sorbello)

Diego Brillini (Fondazione Ranieri di Sorbello): “I

viaggiatori stranieri in Umbria nelle ricerche di

Marilena de Vecchi Ranieri”

Michael Chiariello (San Bonaventure University):

“Paul Sabatier in Umbria: His Perception and

Influence”

Antonella Valoroso (The Umbra Institute):

“Uguccione Ranieri di Sorbello: un intellettuale fra

due mondi”

 

 

 

Presentazione del libro UN PRIGIONIERO IN FUGA. Storia di cinque evasioni, di Ian Reid

Venerdì 28 giugno 2019, ore 17:30 presso
Palazzo Sorbello – piazza Piccinino, 9 Perugia

La Fondazione Ranieri di Sorbello in collaborazione con ISUC (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea), vi invita alla presentazione del volume

UN PRIGIONIERO IN FUGA. Storia di cinque evasioni
di Ian Reid

65429479_2469736686436366_7006200882324832256_o

Titolo originale: Prisoner at Large. The Story of Five Escapes (1946-1947), Futura, London 1976;

traduzione di Irene Artegiani, edizione a cura di Tommaso Rossi, Editoriale Umbra, Foligno 2019

Saluti:
Mario Tosti
(Presidente ISUC – Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea)

Introduce e Coordina:
Ruggero Ranieri (Presidente Fondazione Ranieri di Sorbello)

interventi:
Howard Reid (Figlio dell’Autore)

Tommaso Rossi
(Ricercatore ISUC – Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea)

presenta il volume:
Claudio Biscarini
(Centro di documentazione Internazionale di Storia Militare, Montelupo)

A proposito dell’autore:
Ian Reid, capitano nel reggimento “Black Watch” dell’esercito britannico, non ha ancora 28 anni quando viene ferito e catturato in Tunisia, nell’ultimo mese di scontri in Africa settentrionale fra le truppe alleate e quelle dell’Asse. La detenzione la trascorre in Emilia, fra un ospedale per prigionieri di guerra nei pressi di Bologna e il campo di Modena, ed è lì che lo coglie l’armistizio. Dopo qualche giorno, mentre intorno si manifesta lo sfascio e inizia a farsi sentire l’egemonia tedesca, decide di fuggire per raggiungere il fronte e ricongiungersi con le sue truppe.
Quella che sarebbe, comunque, stata un’avventura, si concretizza in una straordinaria esperienza di fughe e nascondigli, compagni che si perdono e si ritrovano, ricatture e altrettante evasioni. Sette mesi in cui la sua vita è nelle mani di decine di uomini e donne, giovani e anziani, in uno spazio che scende dall’Appennino tosco-emiliano fino al confine tra Lazio e Abruzzo.
In questo splendido affresco che ci lascia di tutte le virtù dell’Italia contadina di allora, esattamente dodici mesi dopo la cattura in Africa spunta il tradimento, l’unico, ma decisivo. È il preludio alla deportazione in Germania, altri undici mesi durante i quali, fra rischi che paiono crescere progressivamente con l’avvicinarsi della liberazione, riesce a ricostruire e definire questo testo, pubblicato per la prima volta a Londra nel 1947.
È questo invece il suo esordio in Italia, anche se oltre sessant’anni fa ne era già pronta una traduzione; qualcuno fece però in modo che non venisse divulgata. Pur non essendo ancora in grado di chiarirne le ragioni e i responsabili, in questo modo possiamo almeno rendere giustizia postuma alla volontà di uomo, che sentiva di dover assolutamente saldare il suo debito di riconoscenza verso l’Italia e gli italiani, che gli avevano salvato la vita.

Per informazioni

Fondazione Ranieri di Sorbello
Palazzo Sorbello – p.zza Piccinino, 9 – 06122 Perugia
tel. 075 5732775
www.fondazioneranieri.org
segreteria@fondazioneranieri.org

Isuc (Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea)
p.zza IV Novembre, 23 – 06123 Perugia
tel. 075 5763020 – fax 0755763078
isuc.crumbria.it
isuc@alumbria.it
facebook.com/isuc74

NEL 75° DELLA LIBERAZIONE DI PERUGIA: L’ARRIVO DEGLI ALLEATI, IL CONTRIBUTO DELLA RESISTENZA – 20 GIUGNO 1944

Mercoledì 19 giugno 2019   ore 16:00

Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, Perugia

Intervengono:

GERARDO NICOLOSI (Università degli Studi di Siena)

1943-1944. Aspetti politici e militari della Campagna d’Italia

RUGGERO RANIERI (Presidente Fondazione Ranieri di Sorbello)

La liberazione di Perugia da parte degli Alleati

TOMMASO ROSSI (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea)

Il ruolo della Resistenza nel perugino

LA LIBERAZIONE RICORDATA DA STUDI E TESTIMONIANZE:

La lunga via del ritorno. I prigionieri alleati in Umbria (1943-44)

di Janet Kinrade Dethick (Perugia, Morlacchi Editore, 2018)

Lo sbarco e il Formaggio. Lettere di Clara Mariotti e Gaspare Casagrande 1941-1945

di Giovanna Casagrande (Perugia, Morlacchi Editore, 2018)

Operazione Melograno. Cronaca di un sabotaggio gennaio 1944. Dal monte Tezio all’aeroporto di Perugia

di Mauro Bifani (Perugia, Futura Edizioni, 2018)

La scelta

di Giovanni Dozzini (Roma, Nutrimenti, 2016)

Saranno presenti alcuni autori

 LE LAPIDI DELLA LIBERAZIONE

a cura del progetto “Pietre della  Memoria”

di ANMIG (Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra e Fondazione)

PROIEZIONE DI VIDEO ORIGINALI DELL’ARRIVO DEGLI ALLEATI IN UMBRIA

a cura della Fondazione Ranieri di Sorbell0

Comune di Perugia

Associazione Italia-Israele di Perugia

ANEI (Associazione Nazionale Ex Internati) Sezione “Leopoldo Teglia” Perugia

ANMIG (Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra) 

ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia)

Fondazione Ranieri di Sorbello

ISUC (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea) 

Società Generale di Mutuo Soccorso

Unione Modellisti Perugini

Pubblicazione articolo sul Pozzo Etrusco sulla rivista Archeo

La Fondazione Ranieri di Sorbello segnala la pubblicazione di un articolo, dal titolo “Un Capolavoro d’ingegneria idraulica” all’interno del numero di febbraio della rivista specializzata in archeologia “Archeo“.
Di seguito il testo dell’articolo:

DOC06_03_1912_59_45

Esposizione museale “Coltivare l’immaginario. Letture e albi illustrati dei bambini di Palazzo Sorbello”

Immagine Locandina Mostra ColtivareLa Fondazione Ranieri di Sorbello presenta l’esposizione museale dal titolo:

Coltivare l’immaginario. Letture e albi illustrati dei bambini di Palazzo Sorbello

a cura di Claudia Pazzini

 dal 24 maggio al 7 dicembre 2019

presso Palazzo Sorbello Casa Museo, piazza Piccinino, 9 Perugia

 L’eposizione museale seguirà i seguenti ORARI:

da lunedì a Sabato 10-30 – 14.00

 L’esposizione è dedicata all’istruzione infantile di primo novecento, organizzata dalla Fondazione Ranieri di Sorbello di Perugia in collaborazione con il Museo del Gioco e del Giocattolo di Perugia, il Museo della Tela Umbra di Città di Castello e le Farmacie Tifernati. La mostra verterà sul carteggio della governante inglese di Palazzo Sorbello Gertrude Weatherhead con la marchesa Romeyne Robert Ranieri di Sorbello, intercorso per circa  quindici anni, dal 1909 al 1924, da cui sono emerse notizie importanti riguardo i metodi educativi all’avanguardia adottati a palazzo, tra cui la lettura ad alta voce in età precoce di libri illustrati innovativi, l’autonomia e la responsabilità personale, e la sperimentazione di materiale Montessoriano. Verranno per la prima volta esposti al pubblico i libri della biblioteca dei bambini di Palazzo Sorbello, il carteggio della Weatherhead, documenti d’archivio e materiale didattico originale. L’esposizione è patrocinata dalla Regione Umbria, dal Comune di Perugia e dal Comune di Città di Castello.

Convegno Governanti e istitutrici tra Ottocento e Novecento: Ruolo sociale e immagini letterarie

CONVEGNO

Governanti e istitutrici tra Ottocento e Novecento.
Ruolo sociale e immagini letterarie
Governesses and tutors in 19th and 20th century.
Social role and literary images

Fondazione Ranieri di Sorbello, Palazzo Sorbello, piazza Piccinino 9, Perugia

Venerdì 24 – Sabato 25 Maggio 2019

Venerdì 24 Maggio 2019
Il ruolo delle governanti e delle istitutrici nella storia familiare tra Ottocento e Novecento

Ore 9.30

Presiede: Ruggero Ranieri (Fondazione Ranieri di Sorbello)

Claudia Pazzini (Fondazione Ranieri di Sorbello)
Coltivare l’immaginario. La nursery di Gertrude Weatherhead a Palazzo Sorbello: un esempio di educazione all’avanguardia nel primo Novecento.

Raffaella Sarti (Università di Urbino Carlo Bo)
Governanti e istitutrici tra incongruenze di status e tensioni nazionalistiche:                  uno sguardo di lungo periodo (secc. XVII-XX)

Daria Parisi (Dottore di ricerca in Studi Interculturali europei presso l’Università “Carlo Bo” di Urbino, docente di Lingua e cultura Inglese al Liceo  “Raffaello” di Urbino)
Splendori e miserie delle governanti. Tra realtà e finzione letteraria

Katherine Holden (Co-chair of the West of England and South Wales Women’s History Network)
From Nursery Governess to Nursery Nurse. The Professionalisation of British Nannies in the early 20th century

 

Ore 15.30

Presiede: Francesca Montesperelli (Università degli Studi di Perugia)

Maria Luciana Buseghin (Antropologa culturale e saggista)
Malwida von Meysenbug e Felicitas Buchner: istitutrici letterate, considerate                      nel loro rapporto con Alice Hallgarten Franchetti e la sua opera socio-                              pedagogica.

Giovanna Farinelli (Università degli Studi di Perugia)                                                   e
Daniela Roscini (Scuola Primaria Statale Maria Montessori, Istituto Comprensivo Perugia2)
Maria Antonietta Paolini: istitutrice di Casa Savoia

Sezione testimonianze familiari e personali: 

Saluto: Giovanni Eroli (ADSI Associazione Dimore Storiche Italiane – Umbria)

Idanna Pucci
Coscienza sociale; lingue straniere; cura del corpo; dattilografia: un’educazione
moderna per una giovanetta di fine ‘800.
Le idee pedagogiche di Cora Slocomb Savorgnan di Brazzà, attivista antesignana,
messe in atto dall’istitutrice della figlia Idanna e nelle cooperative e scuole di
merletto fondate da Cora

Marina Bon Valsassina
Fräulein e Signorine di casa Baduel

Sperello di Serego Alighieri
Tra famiglia e comunità locale: il metodo Montessori in casa Serego Alighieri

Stefano Cacciaguerra Ranghieri
Il “Secolo breve” di Fraülein Anna Rexeisen a casa Sanjust di Teulada e casa
Cacciaguerra Ranghieri


Sabato 25 Maggio 2019

Governanti e istitutrici in biblioteca

Ore 9.30

Presiede: Antonella Valoroso (The Umbra Institute Perugia)

Adriana Chemello (Università degli Studi di Padova)
Luci e ombre sulla figura dell’istitutrice: dai ‘galatei’ ottocenteschi alla raffigurazione letteraria

Tiziana Piras (Università degli Studi di Trieste) Felicitas Buchner: istitutrice in casa Valmarana e confidente di Antonio Fogazzaro

Francesca Montesperelli (Università degli Studi di Perugia)
La figura della governante nella letteratura inglese, da Jane Eyre a Nana

Loredana Magazzeni (PhD Università di Bologna)
La biblioteca dell’istitutrice. Le traduzioni per bambini di Bianca Milesi come
lavoro di rete fra educatrici europee

Dibattito finale e conclusioni

IL CONVEGNO E’ AD INGRESSO LIBERO E NON E’ RICHIESTA ISCRIZIONE

Comitato scientifico del Convegno:
Ruggero Ranieri, Isabella Nardi, Antonella Valoroso, Claudia Pazzini

Presentazione libro “LA LUNGA VIA DEL RITORNO. I prigionieri alleati in Umbria (1943-44)”

Cicli di conferenze della
Fondazione Ranieri di Sorbello

 PER IL CICLO

unnamed

in collaborazione con
ISUC (Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea)

venerdì 22 marzo 2019, ore 17:30

Palazzo Sorbello – piazza Piccinino, 9   Perugia

presentazione del volume:

 LA LUNGA VIA DEL RITORNO
I prigionieri alleati in Umbria (1943-44)
di Janet Kinrade Dethick
(Morlacchi Editore, Perugia 2018)

unnamed

Saluti:
Mario Tosti
Presidente Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea 

Coordina:
Ruggero Ranieri
Presidente Fondazione Ranieri di Sorbello

Presentano il volume:
Claudio Biscarini
Centro di documentazione Internazionale
di Storia Militare Montelupo

Alberto Stramaccioni
Università per Stranieri di Perugia

Sarà presente l’Autrice

Pubblicazione all’interno della rivista Archeologia Viva

DOC03_13_1917_38_58

È stato pubblicato all’interno dell’importantissima rivista Archeologia Viva, nel numero di marzo/aprile 2019, un articolo dedicato al Pozzo Etrusco, intitolato “Perugia etrusca, benvenuti nel Pozzo”.

 

DOC03_13_1917_37_57

Borsa di studio intitolata a Marilena de Vecchi destinata a un progetto di ricerca inerente I viaggiatori stranieri nell’Italia Centrale

LOCANDINA bando Borsa viaggiatori Italia Centrale

La Fondazione Ranieri di Sorbello è felice di invitarvi a partecipare alla Pubblica selezione per la II edizione della borsa di studio intitolata a Marilena de Vecchi destinata a un progetto di ricerca inerente I viaggiatori stranieri nell’Italia Centrale (Umbria, Marche, Toscana).
Trovate tutte le informazioni necessarie per partecipare al seguente link: http://www.fondazioneranieri.org/borsa-viaggiatori-2019/

 

Conferenza: “La Resistenza degli Internati Militari Italiani.”

Per il ciclo “Storie, ricerche e interpretazioni”.
Mercoledì 20 febbraio, ore 17.30
Palazzo Sorbello – piazza Piccinino, 9, Perugia.
Conferenza: “La Resistenza degli Internati Militari Italiani.”
Il gesto eroico degli oltre 600mila militari italiani internati che, rifiutando la collaborazione con il nazifascismo, rimasero nei lager dal 1943 al 1945 subendone le drammatiche condizioni di vita.
Una vicenda pressoché ignota, solo recentemente riscoperta grazie alle attività poste in essere dall’Associazione Nazionale Ex Internati (ANEI) e alle numerose pubblicazioni sull’argomento.
Saluto:
Ruggero Ranieri (Presidente Fondazione Ranieri di Sorbello).
Coordina e interviene:
Luciano Zani (Università Uniroma1).
Testimonianza di Michele Montagano, ex Internato Militare Italiano.
Presentazione della vicenda personale di Bruno Terzetti tramite il libro: “Lettere da un giovane militare 1942-1945” di Marco Terzetti (Presidente della Sezione di Perugia dell’ Associazione Nazionale Ex Internati), (Morlacchi Editore, 2017).
Evento organizzato in collaborazione con Sezione di Perugia dell’ANEI Associazione Nazionale Ex Internati.
Con il patrocinio di:
CME Umbria
Regione Umbria
Provincia di Perugia
Comune di Perugia
Comune di Corciano
Comune di Gualdo Tadino
Accademia di Belle Arti di Perugia